Tremitante Chapeau -

Tremitante Chapeau

Bookmark and Share
Tremitante chapeau.jpg
Sottotitolo: poesie
Autori: Ilaria Feoli – Ivan Piano
Genere: poesia
Lingua: italiano
Collana: p. 36
 
brossura
Pagine: 108
Formato: 15x21 cm
ISBN: 9788868153625
Prezzo: € 15,00
Edizione/Anno: 1/2020
 
ebook
Formato: epub – mobi – pdf – (+)
ISBN: 9788868153663
Prezzo: 4,99 €/4,99 $
Edizione/Anno: 1/2020
NO DRM

 
Dov’è che va a finire tutto il mare che da qui non si vede? Quello che sta oltre l’orizzonte e non ne hai mai visto il colore? Dove va a finire il suo canto? Avvicina l’orecchio a queste due «conchiglie» che giacciono «purificate». Chiudi gli occhi, sentine le voci, perché son loro che collezionano onda per onda; le stesse che adesso raccolgono, in un unico scrigno tutte le maree che han vissuto, per piegarle e ordinarle su di un «piano ricoperto d’argento». È questo che qui si racconta; due vite, due anime diverse ma estremamente simili, due cuori fragili che hanno ancora il coraggio di scrivere dei propri naufragi interiori. Personalità intimiste unitesi in un unico simbolo: la conchiglia.
 
ANTEPRIMA  - ACQUISTA EBOOK - ILARIA FEOLI - IVAN PIANO
 
Ilaria Feoli è nata ad Avellino nel 1995. Nel 2017 espone alcune delle sue opere al ristorante L’Etto a Napoli durante la fiera d’arte contemporanea Paratissima (Italia). Nel 2018 una sua fotografia viene selezionata per l’esposizione Woman - #spazioFotocopia presso Magazzini Fotografici di Napoli (Italia); partecipa ai Festival IJ STO CCA presso la Sala Consilina di Avellino (Italia) e Balconica di Futani (Italia). Nel 2019 partecipa all’esposizione MYSELF alla galleria MicroLive di Milano (Italia); consegue il 1° Premio al Premio Gianluigi Parpani “Il Mondo in Tasca” per Carte de Visite contemporanea presso Lodi (Italia); partecipa alla 5ª della Biennale del Libro d’Artista presso la Sala della Biblioteca del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli (Italia); partecipa alla IV edizione di Photo Patagonia Festival Internacional de Fotografía Analógica y Procesos Alternativos (Argentina), espone alcune opere nella Biblioteca Anna Caputi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli (Italia) e riceve una menzione speciale ex aequo al concorso fotografico Confini esponendo le opere alla Fondazione Circolo Artistico Politecnico di Napoli (Italia). Nel 2020 partecipa all’esposizione Sine die presso il Palazzo della Cultura di Catania (Italia). Alcuni dei suoi scatti vengono pubblicati su: Apologie Magazine (Francia), Peculiars Magazine (Belgio), CLIC-HE’ Webmagazine di Fotografia e Realtà Visuale (Italia), ClickMagazine (Italia) e ZEUSI - linguaggi contemporanei di sempre (Italia).
 
Ivan Piano è nato a Napoli nel 1975 dove vive e lavora. Le principali mostre personali sono nel 2017 The Sleep Of Reason Produces Monsters (Italia); nel 2016 Premio Napoli (Italia); nel 2014 Decay & Sublime (Italia); nel 2006 Metamorphosis Factory (Italia). Le principali mostre collettive sono nel 2019 Photo Patagonia IV Festival Internacional de Fotografía Analógica y Procesos Alternativos (Argentina); nel 2018 L’incisione come commento sociale (Grecia), Wunderkammer der Natur (Germania); nel 2017 DEVELOPING Italian Sperimental Photography up to now (Germania), Symbiose (Belgio); nel 2016 FLASHBACK Fotografia italiana di sperimentazione 1960-2016 (Italia); nel 2013 55° Biennale di Venezia (Italia); nel 2011 54° Biennale di Venezia (Italia), Biennale di Video Fotografia Contemporanea di Alessandria (Italia); nel 2010 Intimate Travel (Italia); nel 2008 The Polaroid (Italia), Biennale di Video Fotografia Contemporanea di Alessandria (Italia); nel 2003 XIV Quadriennale di Roma (Italia); nel 2001 X Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo (Italia). È stato pubblicato su alcune riviste quali Arte; Arte e Critica; ClickMagazine; Flash Art; Frattura Scomposta; Image Mag; Private; Segno; Witty Mag; ZEUSI - linguaggi contemporanei di sempre e alcuni volumi quali DONI - Authors from Campania; Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea; NANOWRITERS MEET POLAROIDERS. Espone in Italia e all’estero regolarmente dal 1996 in fiere, festival, gallerie e musei privilegiando come mezzo espressivo la fotografia, la video arte e la produzione di libri d’artista.