I cosi, quandu si cùntunu, pàrunu nenti - Le disgrazie, quando si raccontano, sembrano niente -

I cosi, quandu si cùntunu, pàrunu nenti - Le disgrazie, quando si raccontano, sembrano niente

Bookmark and Share
I cosi, quandu si cuntunu, parunu nenti.jpg
Autore: Bruno Cimino
Genere: racconto
Lingue: italiano-dialetto tropeano
 
brossura
Pagine: 140
Formato: 13x20
ISBN: 9788865152222
Prezzo: € 13,00
Edizione/Anno: 1/2017
 
ebook
Formato: epub – mobi – pdf – (+)
ISBN: 9788868152277
Prezzo: $ 5,99/€ 4,99
Edizione/Anno: 1/2017
NO DRM
 
Cicciu di Gesuiti, al secolo Francesco  Dibruno, vive a Tropea con la moglie   Rosaria e i due figli, Simone e Annuccia. Per mantenere la famiglia si adatta a svolgere qualunque tipo di lavoro: dal pescatore al trasportatore, dal pescivendolo al bracciante agricolo. Non è facile e le difficoltà di “elemosinare” un lavoro sono, giorno dopo giorno, sempre maggiori. Cicciu, tuttavia, non si arrende, non se lo può neanche permettere; è fiducioso e continua a campare onestamente anche quando gli viene offerto un lavoro poco pulito. Un giorno gli viene prospettata la possibilità di lavorare per il Comune, in cambio del suo impegno verso un candidato alle prossime elezioni. Nonostante il preconcetto negativo nei confronti della politica, padre Cusmai, un monaco del vicino convento di Sant’Antonio che conosce i suoi problemi, lo convince a dare credito a questa possibilità. Bruno Cimino torna alla narrativa con un brillante racconto lungo, in dialetto tropeano e in italiano, dai tratti ironici e drammatici allo stesso tempo e ci regala uno spaccato sociologico interessantissimo di una Tropea che, sotto alcuni punti di vista, non esiste più.
 
ANTEPRIMA - ACQUISTA EBOOK + INFO AUTORE
 
Bruno Cimino è nato a Tropea nel 1952. Dopo la Maturità e dopo la Scuola Superiore di Giornalismo di Urbino, fonda una delle prime radio private d’Italia: “Radio Tropea”. Nei primi anni Ottanta, trasferitosi a Roma, inizia una serie di collaborazioni giornalistiche sino al 2006. Nello stesso periodo è direttore responsabile de “Il Gazzettino di Tropea e Dintorni”, direttore artistico del Teatro Santa Francesca Romana e dell’Accademia del Sole, nonché presidente del Movimento dei Liberi Pensatori. Nel 2007, dopo aver girato qualche corto e mediometraggio (“Karma”, “Non per tutti è Natale”, “Un amore chiamato Tropea”), fonda il “Tropea Film Festival” con a Bruna Fiorentino, sua attuale compagna. Ha già pubblicato: “Amo la mia terra”, “Immagini di Tropea”, “Inchiostro di Sangue”, “Misantropie”, “Riflessioni”, “Tutto Tropea e Dintorni”, “Tropea, perla del Tirreno”. Per la Meligrana ha pubblicato: “Gurnèa” (2009 – brossura+ebook); “Storia di Tropea a fumetti” (2012 – brossura); “I cosi, quandu si cùntunu, pàrunu nenti - Le disgrazie, quando si raccontano, sembrano niente” (2017 – brossura+ebook).